Solidarietà Digitale 
Imprese e Smart Working

Il Governo ha individuato nello smart working uno strumento idoneo a permettere la continuità lavorativa consentendo contemporaneamente al dipendente di operare dalla propria abitazione.
La decretazione di urgenza, da ultimo il DPCM 8/2020, ha infatti introdotto il c.d. smart working “agevolato” che richiede comunque alle aziende degli adempimenti per attivare correttamente tale modalità di lavoro.
La fase di attivazione dello smart working è stata semplificata, ma il datore di lavoro dovrà in ogni caso riflettere su alcuni aspetti organizzativi, tra cui il fatto che i lavoratori in smart working tratteranno informazioni e dati di proprietà dell'azienda. 

In questo momento di solidarietà digitale abbiamo ritenuto opportuno fornirvi alcune indicazioni e materiale di supporto.
Si tratta di file word aperti, ovviamente sono bozze che ciascuno potrà personalizzare adattandole alla propria situazione.

I professionisti dello Studio restano a disposizione per eventuali richieste di chiarimento.

Nomina quale autorizzato ad effettuare triage telefonico

Modello di nomina come autorizzato ad effettuare triage telefonico da effetuare ai sensi del “Protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro adottato il 24/4/2020”


Nomina quale autorizzato alla verifica della temperatura corporea dei lavoratori

Abbiamo predisposto un modello di nomina come incaricato al rilevamento della temperatura dei dipendenti nei luoghi di lavoro: questa è una delle misure privacy da adottare in azienda a seguito della pubblicazione del Protocollo 14 marzo 2020.


Informativa sul trattamento dei dati personali (temperatura corporea) dei lavoratori

Il Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro pubblicato il 14 marzo 2020 - permette ai datori di lavoro di sottoporre il personale al controllo della temperatura corporea prima dell’ingresso nel luogo di lavoro. A questo scopo è però necessario, tra le altre misure privacy da adottare, fornire un'apposita informativa al dipendente.


Collocamento in lavoro agile

Abbiamo creato un documento riepilogativo dei principali requisiti che deve contenere il collocamento in lavoro agile del dipendente, in ottemperanza al DPCM 1/03/2020, quanto al successivo DPCM 9/03/2020 ed infine al DPCM  11/03/2020.


Check List

Abbiamo creato una check list di verifica degli adempimenti che valga anche come dichiarazione nei confronti dei propri committenti sulle misure organizzative adottate.


Istruzioni operative per i dipendenti

Abbiamo realizzato una bozza di istruzioni operative da fornire al dipendente sulle modalità di utilizzo degli strumenti di lavoro e sugli obblighi di riservatezza; nelle istruzioni sono formulate due ipotesi

  1. device forniti dal datore di lavoro
  2. device messi a disposizione dal lavoratore.

Informativa sul trattamento dei dati personali

Abbiamo implementato una bozza di informativa integrativa a quella ordinaria, da consegnare/inviare ai dipendenti in smart working.

Questo sito web utilizza dei cookies tecnici e cookies di terze parti, al fine di raccogliere informazioni statistiche sugli utenti. Per saperne di più e per la gestione di tali cookies, clicca qui. Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un'immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all'uso dei cookies e delle altre tecnologie di profilazione impiegate dal sito. Per nascondere questo messaggio clicca qui.