Laura Asti

L’avv. Laura Asti, of counsel dello Studio Legale Stefanelli&Stefanelli, è referente del Dipartimento Penale, presso cui fornisce assistenza, consulenza e difesa processuale in tutti i settori del diritto penale d’impresa.

Inoltre, da Ottobre 2021, è alla guida del dipartimento "Risk e compliance 231 in Sanità". Penale e Sanità, un connubio in termini di compliance 231 che si traduce in un team affiatato ed altamente specializzato che può lavorare, a seconda delle esigenze, su più fronti: Consulenza e Formazione, Ruolo di Vigilanza come O.d.V e Assistenza e difesa dell’ente nel processo penale.

L'avvocato Asti si occupa, in particolare, di responsabilità dell’esercente nella professione sanitaria, reati fallimentari, tributari e contro la P.A. (dichiarazioni e gare di appalto), sicurezza sul lavoro, responsabilità amministrativa delle imprese (D.Lgs. 231/2001), diritto delle nuove tecnologie e reati informatici.

L’avv. Asti è socio della Camera Penale “Franco Bricola” di Bologna ed è attualmente corresponsabile dell’ Osservatorio rapporti con la Magistratura e Uffici Giudiziari.

 Ha preso parte, altresì, quale referente territoriale dell’Emilia-Romagna al gruppo di ricerca in tema di “misure cautelari” dell’Osservatorio Dati Giudiziari dell’Unione delle Camere Penali Italiane (UCPI).

Ha frequentato la “Scuola biennale Nazionale di Alta Formazione per l’avvocato penalista” dell’UCPI ed è stata docente del Corso “Diritto Penale Italiano e Storia della Mafia” presso l’Università “Friedrich Schiller” di Jena in Germania.

Redige articoli e approfondimenti giuridici sui temi del diritto d’impresa e del diritto penale. È anche autrice di volumi, quali “Assetti organizzativi nell’impresa e prevenzione del reato colposo”, di A. Valenti e L. Asti, edito da Aspasia.

Ultime pubblicazioni

17/10/2023

Ampliato il catalogo dei reati presupposto connessi ai rapporti con la pubblica amministrazione

Dopo il varo del nuovo Codice dei contratti pubblici (D.lgs. n. 36/2023), efficace dal 1/7/2023, che ha previsto l’esclusione automatica, dell'operatore economico ai sensi e nei termini di cui al decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 (art. 94, comma 3, lett. A), l’approvazione in via definitiva, nel testo licenziato dalla Camera, del DDL n. 897 di conversione in legge, con modificazioni, del DL n. 105/2023 inserisce nel catalogo dei reati presupposto ulteriori fattispecie di reato strettamente collegate al mondo degli appalti.

06/06/2023

Il nuovo whistleblowing: prime riflessioni sull'ambito di applicazione e sul ruolo del MOG 231

Il 15 marzo scorso è stato pubblicato in G.U. il d. lgs. n. 24/2023, che dà attuazione alla direttiva (UE) 2019/1937 in materia di whistleblowing, che entrerà in vigore il 15 luglio 2023, salvo il termine più ampio del 17 dicembre 2023 per i soggetti del settore privato che abbiano impiegato fino a 249 lavoratori nell’ultimo anno.  La nuova normativa, che racchiude in un unico testo la disciplina del settore pubblico e privato, ha definito in maniera organica un complesso regime di obblighi e tutele che ampliano le garanzie per i “segnalanti”