Federica Pucarelli

Dopo aver conseguito la laurea in giurisprudenza presso l’Alma Mater di Bologna, l'avvocato Federica Pucarelli ha conseguito il “Master di Specializzazione di I livello in Trattamento dati personali e Privacy Officer” presso il Cirsfid – Alma Mater Studiorum dell’Università di Bologna che le ha consentito di maturare conoscenze specialistiche in materia di compliance alla normativa di protezione dei dati personali.

Fin dal suo ingresso nello Studio Legale Stefanelli & Stefanelli, svolge attività di consulenza legale nell’ambito della protezione dei dati personali, in particolare in ambito sanitario e giuslavoristico.
Fornisce assistenza alle aziende per l'implementazione di sistemi di gestione dei dati, per l’analisi by design dei trattamenti dati, mappatura dei processi aziendali, redazione e verifica delle procedure organizzative e svolge anche l’incarico di ufficio privacy esternalizzato.

L'Avvocato Puceralli fa parte del Team Inotre fa parte del team di lavoro del dipartimento ""Risk e compliance 231 in Sanità"

Ultime pubblicazioni

01/02/2023

Intelligenza artificiale e protezione dei dati: una convivenza possibile?

L’obiettivo di una legislazione europea sull’IA è quello di assicurare che “i cittadini europei possano beneficiare di nuove tecnologie sviluppate e operanti in conformità ai valori, ai diritti fondamentali e ai principi dell’Unione”. Tra questi diritti riveste certamente un ruolo primario quello alla protezione dei dati personali. Abbiamo quindi confrontato la proposta di Regolamento IA con il GDPR
17/01/2023

“Whistleblowing”: quali le novità per gli enti privati?

Il recepimento della Direttiva 1937/2019 sul whistleblowing avrà un impatto notevole per gli enti che saranno chiamati ad attuare le disposizioni previste in tema di segnalazione di illeciti. Certamente, gli enti privati già dotati Modelli 231 dovranno aggiornare isistemi di segnalazione già implementati,valutandone l’adeguatezza e prevedendo quanto previsto in tema di segnalazioni interne, esterne e pubbliche. Ma quali le novità per gli enti che ad oggi non hanno adottato un MOG?