il valore del network, la forza dell'esperienza
Lo Studio
Il valore del network, la forza dell'esperienza

I punti di forza del nostro Studio

Lo Studio
Efficacia ed efficienza al servizio del cliente
NUOVA PRIVACY COSA OCCORRE SAPERE

Il progetto editoriale dello Studio Legale Stefanelli&Stefanelli per approfondire gli effetti del nuovo Regolamento UE 2016/679

Formazione
Per conoscere le opportunità offerte dagli "strumenti associativi" e migliorare le strategie di partecipazione alle gare

IL PRINCIPIO DI EQUIVALENZA E NON DISCRIMINAZIONE DEI PRODUTTORI è compatibile con l’espressa richiesta di ricambi originali?

Fabio Caruso-
17 ott 2017

Cons. Stato, Sez. III, 11/09/2017, n. 4275

La sentenza in commento affronta sotto una prospettiva tutta nuova il cosiddetto “principio di equivalenza” di derivazione comunitaria, posto a salvaguardia della massima partecipazione di tutti gli operatori economici alle procedure ad evidenza pubblica. Se da un lato deve essere infatti sempre garantita la più ampia partecipazione dei concorrenti - anche mediante la presentazione di prodotti “equivalenti” rispetto a quelli indicati nella lex specialis - è possibile per la S.A. valutare diversamente, in termini di punteggio tecnico o addirittura ai fini della stessa ammissione alla gara, l’offerta di ricambi originali rispetto a pezzi di ricambio solamente “compatibili”? [...]

Appalti-

“TAGLIO DELLE ALI”: l’Adunanza Plenaria chiarisce “definitivamente” come procedere al calcolo delle offerte identiche a cavallo delle ali

Fabio Caruso-
16 ott 2017

Cons. Stato, Adunanza Plenaria 5 del 19/09/2017

L’adunanza Plenaria ritorna nuovamente sull’annosa questione relativa al calcolo della soglia di anomalia dell’offerta nel caso in cui il criterio di aggiudicazione sia quello del prezzo più basso, soffermandosi in particolare sul calcolo delle offerte, contenenti identici ribassi “a cavallo delle ali”. Tale problematica, oggetto di un fervente e mai sopito dibattito giurisprudenziale, concerne l’interpretazione dell’art. 86 comma 1° del D.Lgs. 163/2006, ora trasposto nell’art. 97 comma 5 del Nuovo Codice dei Contratti. [...]

Appalti-

CONDANNE PENALI OSTATIVE: obbligo del socio di maggioranza “indiretto” alla dichiarazione sui requisiti morali

Adriano Colomban-
13 ott 2017

Cons. Stato, Sez. V, 28/08/2017, n. 4077

Il vecchio articolo 38 del Codice appalti – oggi novellato dall’articolo 80 del nuovo Codice – prevedeva l’esclusione dalla partecipazione alle gare pubbliche allorché particolari soggetti (soci, amministratori, direttore tecnico, etc.) fossero incappati in reati penali tali da incidere sulla moralità professionale. In fase di partecipazione dunque il soggetto interessato era (ed è) tenuto a rendere dichiarazione circa l’assenza di condanne penali. [...]

Appalti-

E' VERAMENTE LA FINE DEL "COPIA E INCOLLA” SELVAGGIO SUL WEB?

Alessandra Delli Ponti-
03 ott 2017

TAR LAZIO, Sez. I, 30/03/2017, n. 4101

Una delle false credenze popolari è che tutto quello che è in rete sia utilizzabile liberamente. Da questa credenza ad utilizzare, copiando e incollando, su propri spazi social o web testi o immagini il passo è breve. Purtroppo la libera accessibilità in rete di un contenuto non lo rende automaticamente riproducibile. Nel tentativo di frenare il “copia/incolla selvaggio” nel mese nel settembre 2013 era stato emanato il Regolamento Agcom [...]

Nuove Tecnologie-

SULLA VALIDITÀ DELLE CONDIZIONI GENERALI di un contratto on-line

Eleonora Lenzi-
27 set 2017

Cass. Civ., Sez. Unite, n. 21622/2017

Due società di due diversi Stati dell’Unione Europea avevano stipulato nel 2014 un contratto mediante scambio di moduli tramite posta elettronica. In particolare la committente italiana sottoscriveva un modulo d’ordine, in cui erano richiamate le condizioni generali di contratto ed era indicato chiaramente l’indirizzo internet dove dette clausole erano accessibili. Tra le condizioni generali di contratto vi era anche la previsione della giurisdizione esclusiva del [...]

Imprese- Nuove Tecnologie-

STRUTTURE SANITARIE: i casi sanzionati dal Garante nel 2016

Alessandra Delli Ponti-
21 set 2017

Mentre le strutture sanitarie si attivano per farsi trovare preparati alle novità del nuovo Regolamento UE 2016/679, il Garante ha pubblicato la Relazione sull’attività svolta nel 2016 e sullo stato di attuazione della normativa sulla privacy. La Relazione, oltre a tracciare un bilancio, indica le prospettive di azione verso le quali l'Autorità intende muoversi, anche in vista dell'applicazione del nuovo Regolamento Ue a partire dal maggio 2018, con l'obiettivo di assicurare una sempre più efficace protezione dei dati personali, innanzitutto on line, e rispondere alle sfide poste dai nuovi modelli di crescita economica e alle esigenze di tutela sempre più avvertite  dalle persone. [...]

sanità- Privacy -

COME SCEGLIERE IL DPO? Ecco le indicazioni del Garante

Alessandra Delli Ponti-
20 set 2017

Per l’Italia la figura del DPO è sicuramente una delle principali novità del Regolamento UE 2016/679.  Nelle Strutture Sanitarie, con il nuovo regoamento privacy, sarà frequente l’individuazione del DPO. Infatti, tra i titolari rientranti nell’obbligo l’articolo 37 lettera c) richiama quelli le cui attività principali consistono nel trattamento, su larga scala, di categorie particolari di dati personali (ovvero i c.d. dati sensibili). In sanità, quindi il problema di individuare una persona che possa rivestire tale funzione è molto sentito. In questi giorni anche il Garante, attraverso una nota inviata a un'azienda ospedaliera, è intervenuto per dare qualche delucidazione sul tema.  Quali, quindi, i requisiti che deve verificare il titolare del trattamento in sede di selezione dei candidati a ricoprire tale ruolo di Data Protection Officer? [...]

Privacy -

I DANNI PUNITIVI: che sia arrivato il momento anche nel nostro Paese?

Silvia Pari-
19 set 2017

Cass. Civ., Sez. Unite, 05/07/2017 n. 16601

Con la sentenza n. 16601 del Luglio 2017, le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno affrontato un tema assai dibattuto, ossia quello della compatibilità dei c.d. danni punitivi (categoria di danno di matrice anglosassone che si sostanzia nella previsione di una somma superiore rispetto a quella strettamente necessaria per ristorare il danno e ciò al fine di infliggere una sanzione al danneggiante) con il nostro ordinamento. [...]

sanità-

NUOVA PRIVACY COSA OCCORRE SAPERE

Alessandra Delli Ponti- Silvia Stefanelli-
21 lug 2016

Al via il progetto editoriale dello Studio Legale Stefanelli&Stefanelli per approfondire il nuovo Regolamento UE 2016/679 sulla protezione dei dati. Il Regolamento troverà piena applicazione nel maggio 2018, sostituendo la Direttiva 95/46/UE . Diversamente dalla Direttiva, il Regolamento non necessita di atti nazionali attuativi: ciò vuol dire che il quadro legislativo che dovrà essere rispettato è già chiaro e completo sin da oggi. [...]

Privacy -