il valore del network, la forza dell'esperienza
Lo Studio
Il valore del network, la forza dell'esperienza

I punti di forza del nostro Studio

Lo Studio
Efficacia ed efficienza al servizio del cliente
NUOVA PRIVACY COSA OCCORRE SAPERE

Il progetto editoriale dello Studio Legale Stefanelli&Stefanelli per approfondire gli effetti del nuovo Regolamento UE 2016/679

L'Avv. Laura Asti alla guida del Dipartimento Penale dello Studio

DATA PRIVACY: multe fino a 20 milioni

Silvia Stefanelli-
27 feb 2017

Dopo il recentissimo accordo di collaborazione fra PKE e lo studio legale Stefanelli&Stefanelli di Bologna (leggi la news a riguardo), nato con lo scopo di affrontare insieme temi legati alla data privacy, l’avvocato Silvia Stefanelli, fondatore dello studio, ci parla di data privacy e data protection:
“Il recente Reg.Ue 679/2016 in materia di privacy e data protection troverà piena applicazione il prossimo 25 maggio 2018 [...]

Salva

Salva

Privacy -

INFORTUNI SUL LAVORO E SOCIETA’ DI CAPITALI. LA CASSAZIONE RIBADISCE: solo la delega di funzioni validamente conferita può escludere la responsabilità degli altri componenti del C.D.A.

Laura Asti-
23 feb 2017

Corte di Cassazione, IV° Penale, n. 8118/17 depositata il 20 febbraio

Se le lesioni al lavoratore sono gravi, non si può parlare di fatto di “particolare tenuità”.

La Cassazione torna in tema di infortuni sul lavoro, dimostrando -ancora una volta - il suo approccio “rigoroso” con il datore di lavoro. Il caso in esame vede il Presidente del C.d.A. di una srl condannato per lesioni colpose gravi in danno di un lavoratore, per aver omesso di adottare le manutenzioni necessarie degli ancoraggi di alcuni cavi di acciaio, che -in ragione dell’usura - si erano sganciati, così colpendo e ferendo il dipendente. Eppure il documento di valutazione dei rischi (D.V.R.) era stato correttamente elaborato dal datore di lavoro [...]

Lavoro- Diritto Penale-

LA CAMERA DI COMMERCIO ANNULLA UNA SANZIONE DI 30.000 EURO A CARICO DI UNA NOTA IMPRESA DI OCCHIALI DA SOLE per lesione del diritto di difesa durante gli accertamenti

Federico Breschi-
22 feb 2017

Camera di Commercio di Varese, Ordinanza di archiviazione n. 2016/157

“Il mancato esercizio della facoltà di chiedere le controanalisi lede il diritto di difesa del sanzionato”.

Varese; non tutte le vittorie si ottengono in Tribunale. Lo Studio Legale Stefanelli&Stefanelli ha ottenuto l'archiviazione della sanzione di euro 30.000,00. Parliamo di dispositivi di protezione individuale (DPI), quei prodotti che hanno la funzione di salvaguardare la persone che li indossano dai rischi per la salute e la sicurezza. Tra i DPI più diffusi in commercio rientrano, fra gli altri, gli occhiali da sole: un business in costante incremento che occupa 836 imprese italiane ed un export made Italy pari a 2,2 miliardi di euro secondo un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano sui dati del registro imprese. [...]

Imprese- Marcatura CE-

MODELLO 231 ED INFORTUNI SUL LAVORO: cosa accade alla società in caso di mancata adozione del modello organizzativo?

Laura Asti-
22 feb 2017

Trib. di Rimini, 24/11/2016, n.1877/16

La sentenza in commento offre un interessante spunto di riflessione in tema di 231 ed infortuni sul lavoro. Il D. Lgs. 231/01, come noto, prevede che l’adozione di un modello idoneo ed adeguato a prevenire la commissione dei reati presupposto della responsabilità dell’ente (quali sono le lesioni colpose gravi con violazione della normativa in tema di sicurezza sul lavoro occorse nel caso in esame) escluda l’insorgenza dell’illecito a carico della società. Adottare un modello efficace (seppur non obbligatorio) significa mettersi al riparo da sanzioni pecuniarie ed interdittive (e non solo) che possono avere effetti dirompenti sull’assetto aziendale. Ma se il Modello non c’è, cosa accade ? [...]

Compliance (D.lgs.231/2001)- Lavoro- Diritto Penale-

PROTESI PIP, chi è responsabile per i dispositivi medici difettosi? La sentenza della Corte di Giustizia

Silvia Stefanelli-
20 feb 2017

Articolo pubblicato su Sanità24 - Il sole 24ore

Se l'organismo notificato non svolge con diligenza la sua attività di sorveglianza dei confronti dei fabbricanti, tale inadempimento può portare a un risarcimento in capo al paziente per danni causati dal dispositivo difettoso? In altre parole: oltre alla responsabilità del fabbricante per dispositivo difettoso, si può ritenere che la dir. 93/427 CEE configuri anche una responsabilità “parallela” o “concorrente” a favore del paziente in capo all'organismo notificato che è stato inadempimenti rispetto agli obblighi della Direttiva?   [...]

Marcatura CE-

TITOLARI DI SITI WEB E DIFFUSIONE DI CONTENUTI DIFFAMATORI: un approfondimento alla luce dei diversi profili di responsabilità civile e penale

Valeria Fabbri-
15 feb 2017

Sei gestore di un sito web e/o offri spazio internet al pubblico per il caricamento dei dati e/o informazioni più disparate? Cosa succede se un utente usa il tuo spazio per pubblicare informazioni illecite? Analizziamo il caso alla luce del fatto che, ad oggi, una delle ipotesi più frequenti è  quella della diffusione di contenuti diffamatori su internet (es. forum, blog, social e/o communities ove gli utenti possono pubblicare contenuti offensivi su terzi soggetti). [...]

Nuove Tecnologie-

CHI PUO' FARE IL DPO?

Silvia Stefanelli-
15 feb 2017

Articolo pubblicato su EuroPrivacy

Parlando della nomina del DPO con molti clienti del nostro Studio (strutture sanitarie pubbliche e/o private ed aziende del settore sanitario) è emerso che molti hanno l’intenzione di nominare come DPO il proprio responsabile interno di ICT. A parer di chi scrive questa soluzione può rivelarsi non corretta. L’art. 37 del RGDP  stabilisce infatti che [...]

Salva

Salva

Salva

Privacy -

E-COMMERCE: in arrivo la nuova regolamentazione per il trattamento dei dati per i siti internet e non solo!

Alessandra Delli Ponti-
14 feb 2017

Proposta di un Regolamento relativo al “Rispetto delle vita privata e la protezione dei dati personali nell’ambito delle comunicazioni elettroniche” che abroga la direttiva 2002/58 / CE Procedura COM (2017) 10 def 2017/0003 (COD)

Il 10 gennaio la Commissione europea ha pubblicato una proposta di regolamento con cui intende disciplinare, o meglio aggiornare, la disciplina delle comunicazioni elettroniche che garantirà una maggiore tutela della vita privata delle persone e aprirà nuove opportunità commerciali.  [...]

Nuove Tecnologie-

DIFFAMAZIONE SU UNA BACHECA FACEBOOK? La Cassazione conferma: pene più lievi, non si tratta di stampa. Tutela minore per il “diffamato”? Forse no.

Laura Asti-
13 feb 2017

Cass. pen., V°, Ud. 14/11/2016 depositata 1/02/2017 n. 4873

Con la pronuncia in esame, la Cassazione - in linea con quanto già affermato dalle Sezioni Unite con la sentenza 31022/2015 - ribadisce come Facebook non sia inquadrabile nel concetto “di stampa”. Le conseguenze, in tema di
diffamazione, non sono di poco conto. [...]

Nuove Tecnologie- Diritto Penale-

ASSICURAZIONE PROFESSIONALE SANITARIA: un'altra battaglia vinta dalle clausole claims made!

Silvia Pari-
10 feb 2017

Corte App. Torino, IV° civ., 14/07/2016, n. 1201

Ce lo avevano già detto le Sezioni Unite della Corte di Cassazione – con la sentenza n. 9140 del Maggio scorso – e oggi ce lo ripete, a qualche mese di distanza, la Corte d’Appello di Torino, con la sentenza n. 1201/2016: le c.d. clausole “claims made” miste o impure non sono da considerarsi vessatorie di per sé ma, al contrario [...]

sanità-

APPALTI, il nuovo codice elimina definitivamente l'obbligo del sopralluogo

Andrea Stefanelli-
06 feb 2017

Articolo pubblicato su Sanità24 - Il sole 24ore

Una delle prescrizioni che da sempre accompagna la partecipazione alle pubbliche gare è l'obbligo d'effettuare un sopralluogo dei luoghi ove si svolgerà l'appalto da parte del concorrente, al fine di consentire la presa visione e per evitare possibili contestazioni in fase esecutiva. Ma il Tar di Catania Spazza via ogni dubbio in merito all'assoluta illegittimità della richiesta di deposito del verbale di sopralluogo ai fini partecipativi  [...]

Salva

Salva

Salva

Appalti-

IL D.D.L. GELLI E’ GIA’ REALTA’? Il tribunale di Ragusa ritiene di sì

Silvia Pari-
31 gen 2017

E’ di pochi giorni fa una importantissima ordinanza, pronunciata dal Tribunale di Ragusa, con la quale il Giudice ha ritenuto di condannare una ASL per la morte di un giovane paziente, giunto in pronto soccorso dopo un grave incidente stradale, in ragione della mancata tempestiva sottoposizione dello stesso a un intervento chirurgico che, con ampia probabilità, gli avrebbe salvato la vita. [...]

sanità-

NUOVA PRIVACY COSA OCCORRE SAPERE

Alessandra Delli Ponti- Silvia Stefanelli-
21 lug 2016

Al via il progetto editoriale dello Studio Legale Stefanelli&Stefanelli per approfondire il nuovo Regolamento UE 2016/679 sulla protezione dei dati. Il Regolamento troverà piena applicazione nel maggio 2018, sostituendo la Direttiva 95/46/UE . Diversamente dalla Direttiva, il Regolamento non necessita di atti nazionali attuativi: ciò vuol dire che il quadro legislativo che dovrà essere rispettato è già chiaro e completo sin da oggi. [...]

Privacy -