il valore del network, la forza dell'esperienza
Lo Studio
Il valore del network, la forza dell'esperienza

I punti di forza del nostro Studio

Lo Studio
Efficacia ed efficienza al servizio del cliente
NUOVA PRIVACY COSA OCCORRE SAPERE

Il progetto editoriale dello Studio Legale Stefanelli&Stefanelli per approfondire gli effetti del nuovo Regolamento UE 2016/679

OBBLIGO DI PUBBLICITA’, ACCESSO AGLI ATTI ED IMPUGNAZIONE: gli importanti cambiamenti introdotti dal nuovo Codice degli appalti

Andrea Stefanelli-
22 giu 2017

Ord. T.A.R. Venezia, sez. I°, 26/5/2017, n.513

T.A.R. Valle d’Aosta, sez. I°, 5/6/2017, n. 34

Una delle novità più importanti portate dal D.Lgs.n. 50/2016 è contenuta nell’art. 29 che impone, in applicazione del principio di trasparenza, i nuovi obblighi di pubblicità relativi alle pubbliche gare. Detto articolo prevede infatti che Tutti gli atti delle amministrazioni aggiudicatrici … devono essere pubblicati sul profilo del Committente” e che “Al fine di consentire l’eventuale proposizione del ricorso [.] sono altresì pubblicati, nei successivi due giorni dalla data d’adozione dei relativi atti, il provvedimento che determina le esclusioni [.] e le ammissioni”. [...]

Appalti-

SOPRALLUOGO: siamo proprio sicuri che l’obbligo sia stato eliminato nel nuovo Codice?

Andrea Stefanelli-
21 giu 2017

T.A.R. Basilicata, sez. I°, 7/6/2017, n. 439

Nella precedente news 2/36/2/2017 si dava conto della prima sentenza (TAR Catania, III°, 2/2/2017, n. 234) assunta dopo l’entrata in vigore del nuovo Codice (D.Lgs.n. 50/2016) in cui, a seguito dell’abrogazione dell’art. 106 d.P.R. n. 207/2010 (che disponeva l’obbligo del sopralluogo da parte dei concorrenti ai fini della partecipazione alle gare di lavori pubblici), si decretava l’assoluta illegittimità di una richiesta di deposito di detto verbale ai fini partecipativi. [...]

Appalti-

ANAC: i Comunicati del Presidente possono avere valore legale e vincolante?

Adriano Colomban-
20 giu 2017

Ord. T.A.R. Umbria, sez. I°, 31/5/2017, n. 428

L’ordinanza del TAR Perugia in commento detta uno spunto interessante, permettendo di focalizzare l’attenzione sull’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) e sul ruolo sempre più preponderante che la stessa sta assumendo nel panorama degli appalti pubblici. Come noto sono riconosciute a questa Autorità le competenze in materia di vigilanza dei contratti pubblici e di prevenzione della corruzione nell’ambito delle PP.AA., ma è altresì lecito domandarsi se detta non possieda anche “poteri regolatori” del mercato degli appalti, annoverando il nuovo Codice tra le varie novità anche la possibilità dell’ANAC d’emettere atti di natura “vincolante”. [...]

Appalti-

SUBAPPALTO: non è obbligatoria l’indicazione della Terna dei subappaltatori se non espressamente previsto nella lex specialis

Fabio Caruso-
20 giu 2017

T.A.R. Palermo,  sez. III°,  8/ 5/2017 n. 1229

La sentenza in commento torna nuovamente sulla controversa questione (già affrontata nella precedente news del 29/03/2017) circa l’obbligo sancito all’art. 105 comma 6° del Nuovo Codice – nel caso in cui s’intenda ricorrere al subappalto nel limite del 30% dell’importo complessivo del contratto – di indicare preventivamente un elenco di almeno 3 soggetti subappaltatori, che costituiscono la cosiddetta “terna”. [...]

Appalti-

LAVORATORI AUTONOMI, APPALTI E RETI DI IMPRESE: nuove opportunità previste dal Jobs act del lavoro autonomo

Eleonora Lenzi-
19 giu 2017

Lo scorso 10 maggio il Senato ha approvato in via definitiva il c.d. Jobs Act del lavoro autonomo. Si tratta di una norma a lungo attesa e ampiamente commentata che ha riconosciuto ai lavoratori autonomi una serie di tutele. Ma non solo. L’art. 11 stabilisce l’obbligo per le PP.AA., in qualità di stazioni appaltanti, di promuovere la partecipazione dei lavoratori autonomi [...]

Appalti- Lavoro-

TURBATIVA DEGLI INCANTI ANCHE NELL’AFFIDAMENTO DIRETTO: è possibile?

Laura Asti-
19 giu 2017

Cass. Pen., sez. VI°, 20/3/2017 n. 13432

La Cassazione penale è tornata in tema di gare d’appalto affrontando l’interessante questione se si può parlare di “turbativa nella scelta del contraente” (art. 353-bis c.p.) anche qualora la gara non sia mai stata esperita !!!! Il caso in esame vedeva l’affidamento da parte di un Comune ad una società - all’epoca già risultata aggiudicataria della fraudolenta gara per la gestione del servizio di igiene urbana del Comune medesimo - dell’ulteriore servizio di smaltimento e recupero dei rifiuti da raccolta differenziata, disposto in via di urgenza mediante trattativa diretta.  [...]

Appalti- Diritto Penale-

Odontoiatri e igienisti dentali che operano nelle strutture sanitarie. Alcune indicazioni operative in materia di responsabilità professionale

Silvia Stefanelli-
30 mag 2017

Articolo pubblicato su Odontoiatria33

La Legge n. 24/2017 (più noto come Ddl Gelli) in tema di sicurezza delle cure e della persona assistita nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie ha introdotto, indubbiamente, una serie di importanti novità, tali da incidere direttamente sul concreto svolgersi dell'attività dei professionisti in ambito sanitario. Che cosa è cambiato, nello specifico, per gli odontoiatri e gli igienisti dentali che operino all'interno di strutture complesse (quali ambulatori o cliniche)?  [...]

sanità-

IL PRINCIPIO DI ROTAZIONE E LA SUDDIVISIONE IN LOTTI

Andrea Stefanelli-
23 mag 2017

Articolo pubblicato sulla rivista Management Locale Aprile 2017

Sul principio di rotazione nemmeno il nuovo Codice appalti sembra essere riuscito (per ora) a portare certezze. Partiamo col dire che tale principio, già previsto nel precedente D.Lgs.n. 163/2006, è una norma di civiltà economica - oltre che giuridica - laddove si prefigge di favorire l’affidamento degli appalti pubblici al maggior numero possibile di operatori economici; la sua finalità è infatti quella d’evitare che le Pubbliche Amministrazioni finiscano per (continuare ad) assegnare le commesse sempre ai “soliti” appaltatori. [...]

Salva

Salva

Appalti-

CONTAGI IN FAMIGLIA, deroga ai paletti della privacy

Silvia Stefanelli-
22 mag 2017

Articolo pubblicato su Il Sole 24ore- Sanità

La recentissima sentenza della Cassazione civile 16 maggio 2017, n. 11994, relativa alla responsabilità di una struttura sanitaria nel trattamento dei dati di salute di una paziente, richiama l’attenzione su una materia (quella della privacy) da sempre oggetto di scarsa attenzione da parte degli operatori sanitari. Un tema su cui bisogna invece puntare i fari e maturare una crescita di consapevolezza, in vista della scadenza del 25 maggio 2018, termine entro cui sarà implementato il nuovo Regolamento Ue 679/2016. [...]

Salva

sanità- Privacy -

NUOVA PRIVACY COSA OCCORRE SAPERE

Alessandra Delli Ponti- Silvia Stefanelli-
21 lug 2016

Al via il progetto editoriale dello Studio Legale Stefanelli&Stefanelli per approfondire il nuovo Regolamento UE 2016/679 sulla protezione dei dati. Il Regolamento troverà piena applicazione nel maggio 2018, sostituendo la Direttiva 95/46/UE . Diversamente dalla Direttiva, il Regolamento non necessita di atti nazionali attuativi: ciò vuol dire che il quadro legislativo che dovrà essere rispettato è già chiaro e completo sin da oggi. [...]

Privacy -