il valore del network, la forza dell'esperienza
Lo Studio
Il valore del network, la forza dell'esperienza

I punti di forza del nostro Studio

Lo Studio
Efficacia ed efficienza al servizio del cliente
NUOVA PRIVACY COSA OCCORRE SAPERE

Il progetto editoriale dello Studio Legale Stefanelli&Stefanelli per approfondire gli effetti del nuovo Regolamento UE 2016/679

Convegni

Lo Studio Legale Stefanelli&Stefanelli è lieto di ospitare AIGI sezione Emilia-Romagna e Marche

MEDICINALI SCADUTI IN UN CASSETTO: basta la detenzione per punire il dentista?

Laura Asti-
21 mar 2017

Cass.pen., I°, 15/02/2017, n. 7311

La Cassazione torna in tema di “farmaci scaduti” e responsabilità penale: bastano alcune confezioni “dimenticate” in fondo ad un cassetto per condannare il titolare di un ambulatorio odontoiatrico? A parere della Suprema Corte la risposta è sì, almeno secondo questa ultima pronuncia, atteso che la rilevanza in giurisprudenza della “detenzione per la somministrazione” è tutt’altro che questione pacifica. [...]

sanità- Diritto Penale-

VIOLAZIONE DEL PRINCIPIO PRIVACY BY DESIGN. Un caso di attualità

Alessandra Delli Ponti-
15 mar 2017

Uno dei principi introdotti dal Nuovo Regolamento Privacy  è quello della privacy by design (articolo 25 del Reg. 679/2016). In particolare,  il titolare del trattamento, al fine di tutelare i diritti e le libertà degli interessati con riguardo al trattamento dei dati personali, deve attuare adeguate misure tecniche e organizzative sia al momento della progettazione sia in quello dell'esecuzione del trattamento stesso, onde garantire il rispetto delle disposizioni del Regolamento. [...]

Nuove Tecnologie- Privacy -

PRODOTTI E/O APPARECCHIATURE MEDICALI E TUTELA DEL SOFTWARE: come tutelare i propri guadagni nella distribuzione quando si fa realizzare il programma a qualcun altro

Valeria Fabbri-
14 mar 2017

Sono molti i prodotti dell’area medicale a funzionare tramite software interni. Quando è l’azienda a realizzare tutto il prodotto dall’A alla Z, nessun problema, ma quando invece, come spesso accade, le aziende commissionano la realizzazione di parti del prodotto - nello specifico, il software che ne assicura la destinazione d’uso – a soggetti terzi, scattano alcune domande, tra cui: di chi è il diritto d’autore sul software? (quindi, chi ci può guadagnare?);  come  si può tutelare (per poterci guadagnare)? [...]

Marcatura CE- Nuove Tecnologie-

PRIVACY: principio di esattezza dei dati

Silvia Stefanelli-
11 mar 2017

L’art. 5  del nuovo Reg. 679/2016 sancisce i principi che devono essere rispettati per il corretto trattamento dei dati: tra questi il principio dell’esattezza dei dati (già contenuto nell’art. 6 della Dir. 95/46/CE). Più esattamente la norma stabilisce che i dati devono essere "esatti e, se necessario, aggiornati; devono essere adottate tutte le misure ragionevoli per cancellare o rettificare tempestivamente i dati inesatti rispetto alle finalità per le quali sono trattati («esattezza»)". Ma come garantirsi l’esattezza dei dati, specie nel caso in cui si gestisce una mole ingente di dati (nel caso cioè della c.d. banca dati)? [...]

sanità- Privacy -

RECUPERO CREDITI NELL’UNIONE EUROPEA: operativo il sequestro conservativo sui conti bancari

Eleonora Lenzi-
08 mar 2017

Regolamento Parlamento Europeo e del Consiglio n.655/2014

Regolamento attuativo della Commissione n.1823/2016

I numeri parlano chiaro. Oltre un milione di piccole e medie imprese all’interno del mercato comune europeo incontrano difficoltà nel recuperare i crediti transfrontalieri, con una perdita che l’UE stima in oltre 600 milioni di Euro. Ciò si traduce in un evidente danno per le imprese ma anche in un freno per lo sviluppo del mercato comune europeo. L’introduzione dell’Ordinanza Europea di Sequestro Conservativo (OESC) sui conti bancari nasce proprio per [...]

Imprese-

RESPONSABILITA' DELL'ODONTOIATRIA NELLA LEGGE GELLI: il commento dell'avvocato Silvia Stefanelli

Silvia Stefanelli-
07 mar 2017

Articolo pubblicato su Dental Tribune

Dopo un percorso legislativo durato anni, è finalmente stata approvata la nuova legge sulla responsabilità sanitaria (il c.d. ddl Gelli), che innova profondamente i principi inerenti. Pubblichiamo un primo commento dell’avv. Silvia Stefanelli, contitolare di un affermato studio legale di Bologna, sulle novità specifiche riguardanti il settore odontoiatrico. [...]

sanità-

LEGGE 231 E SANITA': piccoli passi ma “ben distesi”

Federico Breschi-
03 mar 2017

Il decreto 231, ormai più di 15 anni fa, ha introdotto per la prima volta in Italia una specifica forma di responsabilità degli enti per alcuni reati commessi nell’interesse o a vantaggio degli stessi da soggetti che rivestano funzioni di rappresentanza, amministrazione o direzione/gestione.Tale responsabilità, ieri come oggi, si pone in assoluta rottura con i modelli preesistenti poiché, si badi bene, costituisce il superamento del classico principio sulla responsabilità penale delle persone giuridiche “societas delinquere non potest”.  Nelle ipotesi in cui venga commesso uno dei reati espressamente elencati nel D.lgs. 231/2001 alla responsabilità penale della persona fisica che ha realizzato materialmente il fatto illecito si somma quella responsabilità amministrativa della società. [...]

Compliance (D.lgs.231/2001)- sanità-

IL NUOVO CODICE ELIMINA DEFINITIVAMENTE L'OBBLIGO DEL SOPRALLUGO

Andrea Stefanelli-
02 mar 2017

Articolo pubblicato su TEME - rivista bimestrale di tecnica ed economia sanitaria

                 

Una delle prescrizioni che da sempre accompagna la partecipazione alle pubbliche gare è l’obbligo d’effettuare un sopralluogo dei luoghi ove si svolgerà l’appalto da parte del concorrente, al fine di consentire la presa visione e per evitare possibili contestazioni in fase esecutiva. [...]

Salva

Salva

Salva

Salva

Appalti-

APPROVATO IL DDL GELLI: la riforma della responsabilitá sanitaria diventa realtá

Silvia Pari-
01 mar 2017

Con 255 voti favorevoli, 113 contrari e 22 astenuti, il Disegno di Legge Gelli in materia di responsabilità degli esercenti le professioni sanitarie, a 3 anni dalla sua presentazione, è stato approvato dalla Camera dei Deputati ed è, dunque, diventato legge. In attesa del testo definitivo, che verrà pubblicato a giorni in Gazzetta Ufficiale, vi rimandiamo alla scheda di approfondimento a cura degli Avv.ti Asti e Pari e al Dossier prodotto dalla Camera dei Deputati.

Le novità sono tante e significative e quel che è certo è che questa riforma impone di rivedere e ripensare gli schemi e i meccanismi di azione all'interno delle realtà strutturate per l'esercizio della professione sanitaria. [...]

sanità-

PRINCIPIO DI ROTAZIONE: ancora incertezze interpretative

Adriano Colomban- Andrea Stefanelli-
28 feb 2017

TAR Napoli, VIII°, 21/11/2016, n. 5361

Sul principio di rotazione nemmeno il nuovo Codice appalti sembra essere riuscito (per ora) a portare certezze. Partiamo col dire che tale principio, già previsto nel precedente D.Lgs.n. 163/2006, è una norma di civiltà economica - oltre che giuridica - laddove si prefigge di favorire l’affidamento degli appalti pubblici al maggior numero possibile di operatori economici; la sua finalità è infatti quella d’evitare che le Pubbliche Amministrazioni finiscano per (continuare ad) assegnare le commesse sempre ai “soliti” appaltatori. [...]

Appalti-

CLAUSOLA DI ADESIONE: condizioni e limiti applicativi alla luce delle recenti pronunce giurisprudenziali ed in attesa di una specifica normativa in materia

Fabio Caruso-
28 feb 2017

Le gare con clausola d’adesione costituiscono una forma di contrattazione ad “aggregazione successiva”, attraverso cui viene realizzato un accordo-quadro tra più soggetti (Amministrazioni-capofila, altre PP.AA. interessate nonchè operatori economici aggiudicatari), avente ad oggetto un’opzione d’incremento delle prestazioni dell’appaltatore già stabilite nel contratto originario, in un determinato e specifico intervallo temporale ed a prezzi unitari invariati.

Leggi la SCHEDA DI APPROFONDIMENTO

Appalti-

DATA PRIVACY: multe fino a 20 milioni

Silvia Stefanelli-
27 feb 2017

Dopo il recentissimo accordo di collaborazione fra PKE e lo studio legale Stefanelli&Stefanelli di Bologna (leggi la news a riguardo), nato con lo scopo di affrontare insieme temi legati alla data privacy, l’avvocato Silvia Stefanelli, fondatore dello studio, ci parla di data privacy e data protection:
“Il recente Reg.Ue 679/2016 in materia di privacy e data protection troverà piena applicazione il prossimo 25 maggio 2018 [...]

Salva

Salva

Salva

Salva

Privacy -

MODELLO 231 ED INFORTUNI SUL LAVORO: cosa accade alla società in caso di mancata adozione del modello organizzativo?

Laura Asti-
22 feb 2017

Trib. di Rimini, 24/11/2016, n.1877/16

La sentenza in commento offre un interessante spunto di riflessione in tema di 231 ed infortuni sul lavoro. Il D. Lgs. 231/01, come noto, prevede che l’adozione di un modello idoneo ed adeguato a prevenire la commissione dei reati presupposto della responsabilità dell’ente (quali sono le lesioni colpose gravi con violazione della normativa in tema di sicurezza sul lavoro occorse nel caso in esame) escluda l’insorgenza dell’illecito a carico della società. Adottare un modello efficace (seppur non obbligatorio) significa mettersi al riparo da sanzioni pecuniarie ed interdittive (e non solo) che possono avere effetti dirompenti sull’assetto aziendale. Ma se il Modello non c’è, cosa accade ? [...]

Compliance (D.lgs.231/2001)- Lavoro- Diritto Penale-

NUOVA PRIVACY COSA OCCORRE SAPERE

Alessandra Delli Ponti- Silvia Stefanelli-
21 lug 2016

Al via il progetto editoriale dello Studio Legale Stefanelli&Stefanelli per approfondire il nuovo Regolamento UE 2016/679 sulla protezione dei dati. Il Regolamento troverà piena applicazione nel maggio 2018, sostituendo la Direttiva 95/46/UE . Diversamente dalla Direttiva, il Regolamento non necessita di atti nazionali attuativi: ciò vuol dire che il quadro legislativo che dovrà essere rispettato è già chiaro e completo sin da oggi. [...]

Privacy -